Milano ricorda il Generale Carlo Alberto dalla Chiesa

Libera, associazioni nomi e numeri contro le mafie.
Per ricordare Carlo Alberto Dalla Chiesa, la moglie Emanuela Setti Carraro e l’agente di scorta che seguiva la vettura Domenico Russo, ci siamo ritrovati oggi martedì 3 Settembre alle ore 19, giorno dell’anniversario della strage di Palermo del settembre 82, in piazza Diaz a Milano, davanti al monumento al Carabiniere, realizzato nell’81 su richiesta dello stesso Generale e a cui fu aggiunta una targa in memoria tre mesi dopo la sua morte.

Ognuno ha portato un fiore e la tromba del maestro Raffaele Kohler ha accompagnato brevi momenti di riflessione e di memoria.
Piazza Diaz è a un passo da via Chiaravalle, luogo degli incontri tra i boss di Cosa nostra, il finanziere Rapisarda e Dell’Utri, negli anni settanta.
Portare un fiore, per ricordare la storia e l’opera del Generale dalla Chiesa, significa riflettere sullo Stato democratico, sugli strumenti concreti di prevenzione e repressione, sul legame tra finanza e mafia, sullo stesso ruolo di Milano capitale economica del paese..
Ritornare con la memoria a quale era la posta in gioco all’epoca della strage e a quante furono le connivenze dei malfattori e le sottovalutazioni dei benpensanti, i silenzi della zona grigia, significa richiamare tutti, oggi, a non voltarsi dall’altra parte e a dotarsi di strumenti adatti a contrastare e a eliminare il radicamento in tutto il nord italia del fenomeno criminale e dei suoi legami con il mondo economico e politico.

Libera, associazione, nomi e numeri contro le mafie, nel riconfermare la sua vicinanza alle vittime innocenti di mafia e la sua vocazione a tributare un grande valore alla memoria, propone percorsi concreti di impegno, all’insegna del camminare insieme, della solidarietà e della relazione intergenerazionale e comunitaria; così fare memoria richiama il nostro comportamento e la nostra responsabilità quotidiana, a fianco degli ultimi e della giustizia.

“Certe cose non si fanno per coraggio, si fanno solo per guardare più serenamente negli occhi i propri figli e i figli dei nostri figli” (Gen. Carlo Alberto dalla Chiesa).

Carlo Alberto dalla Chiesa

Share on FacebookShare on LinkedInPin on PinterestShare on Google+Tweet about this on Twitter

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>